NVIDIA si ferma con Cryptocurrency Mining

NVIDIA si ferma con Cryptocurrency Mining.

Di ELIZABETH GAIL

Nvidia Corporation è una società americana di tecnologia incorporata nel Delaware e con sede a Santa Clara, in California.NVIDIA si ferma con Cryptocurrency Mining.
Prezzo delle azioniNVDA (NASDAQ) US $ 283,70 +3,02 (+ 1,08%)
4 settembre, 16:00 GMT-4 - 
Numero di dipendenti11.528 (gennaio 2018)
Reddito9.714 miliardi di USD (2017)

Il industria mineraria criptovaluta sta vivendo grandi venti contrari da quando i prezzi della moneta digitale sono crollati anno. E ora, produttore di GPU, NVIDIA, ha eliminato del tutto l'industria mineraria cripto.

Secondo il suo relazione del secondo trimestre Rilasciato il 16 agosto, la società ha registrato ricavi per 3,12 miliardi di dollari, con un aumento delle vendite in calo per le sue divisioni Tegra e GPU, raggiungendo una crescita del 40% su base annua.

L'azienda ha raggiunto questo obiettivo, in declino della domanda di GPU all'interno del settore cripto minerario. Questo è in netto contrasto con il 2017, un periodo epico per il criptovaluta mercato. Un boom dei prezzi che ha visto aumentare i tassi di oltre il mille per cento ha causato una folle corsa tra i tecnici che si sono affrettati a impostare le proprie operazioni minerarie.

Di conseguenza, le unità di elaborazione grafica come quelle prodotte da Nvidia hanno colpito la domanda di punta. Il nuovo sviluppo è stato un vantaggio per l'azienda e soddisfare la domanda è diventata una sfida. Secondo una rivelazione del CEO di Nvidia, Jensen Huang, durante un intervista con TechCrunch a marzo, la compagnia stava incontrando problemi con la domanda di carte di fascia alta, che all'epoca erano già esaurite.

Ha incolpato il crypto mania mineraria per i nuovi problemi di approvvigionamento, ma ha evidenziato che la domanda da parte della nascente industria costituiva una parte abissale del business complessivo dell'azienda. E ora, secondo il dichiarazione della società, non si aspetterà più alcun contributo dal "flagging" settore delle criptovalute. "

Le deboli vendite OEM sono state apparentemente causate dalla bassa domanda di GPU nel settore delle valute digitali. I ricavi previsti per l'OEM sono stati di circa $ 100 milioni, ma le cifre effettive hanno raggiunto solo $ 18 milioni.

Secondo il CEO Huang e CFO Kress, l'aumento della domanda dello scorso anno per le GPU è stato guidato principalmente da appassionati che hanno raggruppato la grafica carte nella speranza di generare reddito dalle miniere, ma la tendenza sembra essersi placata. Tuttavia, le vendite nel settore dei giochi sono aumentate del 55 percento nel secondo trimestre rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

In quanto tale, la società non è preoccupata per le deboli vendite dal mercato criptato come ha già sperimentato e contrastato.

La concorrenza di NVIDIA da Chinese Rival, Bitmain

Ad aprile, i cripto-esperti hanno sottolineato la feroce concorrenza del colosso della produzione ASIC Bitmainera probabile che fosse in grado di sfruttare AMD e NVIDIA dal mercato della crittografia.

Le previsioni sono state espresse dopo che Bitmain ha svelato un sistema minerario Ethereum denominato Antminer E3. Nel mese di marzo, Susquehanna si era abbassata il suo rating per le azioni AMD al negativo da quello neutrale a seguito dell'imminente concorrenza di Bitmain.

Secondo una ricerca condotta dall'azienda, Bitmain, che controlla il 70-80% del mining bitcoin Il mercato ASIC, danneggerebbe le vendite di schede grafiche per PC da parte di aziende come NVIDIA e AMD al rilascio di minatori specializzati. All'epoca, si stima che le vendite relative alle attività minerarie rappresentassero il 20% delle vendite complessive di AMD e il 10% delle entrate di NVIDIA.

Si ritiene che la concorrenza della società abbia contribuito, in piccola misura, alla diminuzione della quota di mercato di NVIDIA nel segmento delle miniere di criptovalute.

 

Originariamente pubblicato prima Qui su coincentral.com

CONDIVIDERE

LASCIA UN COMMENTO